campo da calcio impraticabile

Marco Benetton, nato a Padova il 12/04/1975. Diplomato in Ragioneria. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore Juniores Regionali Union Vis Lendinara

Nelle ultime due settimane ci sono state piogge abbondanti quasi ogni giorno e quindi credo, come tutti voi amici Mister, ho dovuto pensare a come affrontare il problema dei campi pesanti, a volte al limite della praticabilità.

MIGLIORA RIPRENDENDO I TUOI ALLENAMENTI 

COOAU ACTION CAM

Splendida Ultra HD 4K filmati e 20MP immagini
Microfono esterno ad alta fedeltà
Connessione Wi-Fi (condividi la tua felicità ovunque e in qualsiasi momento)
EIS Smart Anti Shake
Impermeabilita’ Aggiornata a 40M
Due batterie ricaricabili 1200 mAh
20 accessori inclusi

SCOPRI L’OFFERTA >>

 

Pertanto ho deciso di scrivere questo articolo cercando di individuare cosa sia meglio fare in caso di fango vento e pioggia (se hai qualche idea su come affrontare fango vento e pioggia, per favore fammi sapere nei commenti alla fine).

Cosa Fare

Per prima cosa dobbiamo garantire l’incolumità fisica dei nostri calciatori attraverso un equipaggiamento adatto alle condizioni meteo avverse. Indossare indumenti termici aiuta a mantenere il muscolo nelle migliori condizioni per l’esercizio.
Dobbiamo inoltre prevedere un luogo di ristoro adeguato facendo trovare ai ragazzi una bevanda calda e, alla fine dell’allenamento, tutti subito in doccia… in quanto il rischio di ammalarsi è molto elevato e sarebbe controproducente per il gruppo.

Per quanto riguarda la seduta vera e propria di allenamento bisogna tenere conto che con fango vento e pioggia dobbiamo ridurre al minimo i tempi morti in quanto potrebbero comportare il raffreddamento degli atleti. Quindi sarà importante spiegare tutta la seduta di allenamento prima di uscire dallo spogliatoio in modo tale che una volta usciti possiamo dedicarci subito alle attività programmate e lavorare senza soste al massimo per 90′.

NOVITA’ EDITORIALE

Un libro che non può mancare nella Biblioteca di ogni Allenatore!

libro pep

VAI ALLA SCHEDA DEL LIBRO >>

Riscaldamento

Usciti dallo spogliatoio si inizia con un riscaldamento a secco della durata di 15′ dove andremo a coinvolgere gli arti superiori, il tronco e infine gli arti inferiori che si saranno già riscaldati durante la corsa (con i grandi possiamo eseguire il Fifa 11).
Con gli adulti possiamo inoltre, prima di uscire dallo spogliatoio, effettuare un circuito per il miglioramento della core stabilty e della parte superiore del corpo.

Parte Centrale

Se il campo è bello infangato possiamo proseguire eseguendo dei lavori di “psicocinetica” con la palla in mano, continuando con dei possessi ed infine con una partitella con goal valido solo di testa, al volo o meglio ancora in rovesciata.

Avendo a disposizione per esempio 18 giocatori potremmo dividere la squadra in 3 gruppi da 6 con pettorine di colore diverso ed iniziare eseguendo dei passaggi con le mani ai compagni dello stesso colore restando sempre in movimento nello spazio di gioco. Poi potremmo proseguire con alcuni gesti tecnici e infine lavorare su combinazioni tra i vari colori. Le possibilità che si possono creare sono moltissime.

Dopo questa prima parte possiamo passare ai giochi di possesso con le mani, in cui sempre con tre palloni in movimento al segnale dell’ allenatore 2 squadre cercheranno di mantenere il possesso palla contro la terza. Una possibilità è quella di chiamare un colore che passerà la palla ad un compagno di colore diverso dando il via al possesso contro la terza squadra.
Una variante potrebbe essere che la squadra del colore chiamato dall’allenatore deve rubare la palla alle altre 2.

Eseguiti i giochi di possesso possiamo terminare con una partitella a 2 squadre con goal valido solo di testa, al volo o meglio ancora in rovesciata.
Un’altra possibilità è quella di effettuare una partita tra 2 squadre con 4 porte di 4 colori differenti, dove si deve segnare, sempre di testa o al volo o in rovesciata, nella porta del colore chiamato dall’allenatore.

Se abbiamo a disposizione anche i portieri possiamo organizzare delle gare a squadre con tiri al volo o colpi di testa in varie forme facendo però attenzione che i portieri non prendano troppo freddo. In questo caso è meglio far ruorate tutti i giocatori nel ruolo di portiere.

Parte Finale

Infine lasciamo libero sfogo ai ragazzi disputando una bella “partita ignorante” con obbligo in caso di goal di tuffo sul fango, per la gioia dei ragazzi, meno per quella dei genitori!
Avranno così la possibilità di sperimentare le criticità derivanti dai campi fangosi e tentare di risolverle.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi post che di volta in volta andrò a pubblicare seguimi cliccando l’apposito bottone che trovi sulla parte bassa del Blog, metti Mi Piace sulla mia Pagina Facebook ed iscriviti al mio canale YouTube

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votarla!

Voto medio / 5. Vote count:

As you found this post useful...

Follow us on social media!

MIGLIORA LA PRECISIONE DEL TUO TIRO DIVERTENDOTI

Facile da montare e semplice da trasportare!

SCOPRI DI PIU’ >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *